Centro Studi Mediterraneo

il grande bacino d'utenza

Ordinamento dello Stato

Spagna

 

Ordinamento dello Stato

Secondo la Costituzione del 1978, la Spagna è una monarchia ereditaria parlamentare, dove il re ha un ruolo di rappresentanza, ma anche di garante dell’unità e della democrazia.

Il potere esecutivo è nelle mani del Consiglio dei ministri (Consejo de Ministros), retto da un Primo Ministro, cui il parlamento dà e toglie la fiducia.

Il potere legislativo è attribuito a un parlamento bicamerale (Cortes Generales) con mandato quadriennale, composto di:

  • Congresso dei Deputati (Congreso de los Diputados), una camera di 350 deputati, eletti con un sistema proporzionale corretto e senza voto di preferenza in circoscrizioni corrispondenti alle province;
  • Senato del Regno di Spagna (Senado), una camera di 259 senatori, di cui 208 eletti direttamente e 51 indirettamente dai consigli regionali.

Il potere giudiziario è indipendente.

Suddivisioni amministrative

Comunità autonome

La Spagna è suddivisa in 17 comunità autonome (comunidades autónomas, al singolare: comunidad autónoma) che sono ulteriormente suddivise in 50 province, più due città autonome: Ceuta e Melilla (designate ufficialmente come Plazas de Soberanía en el Norte de África). Gibilterra è rivendicata dalla Spagna.

Ceuta, Melilla e altri piccoli isolotti, che si estendono su 0,65 km² e contano 312 abitanti sono i resti del vasto impero coloniale che il paese possedeva. In totale la Spagna ha 31,65 km² di territori nell’Africa del Nord, popolati da 138.228 abitanti.

Province e municipi

A partire dall’introduzione del sistema delle comunità autonome le province hanno visto diminuire i loro poteri. Sono ancora utilizzate come distretti elettorali, per la codifica postale e come riferimenti geografici.

Sette comunità autonome sono composte da una sola provincia: Asturie, Isole Baleari, Cantabria, La Rioja, Comunità autonoma di Madrid, Murcia, e Navarra.

Le province sono a loro volta suddivise in comuni o municipi (in spagnolo municipio). A capo del municipio c’è l’alcalde, il sindaco.

Città principali

 

 

Principali città in Spagna
 

 

 

Città Comunità Autonoma Popolazione Città Comunità Autonoma Popolazione  

 

 

1 Madrid Madrid 3.273.049 11 Alicante Comunità valenzana 334.418
2 Barcellona Catalogna 1.619.337 12 Córdoba Andalusia 328.547
3 Valencia Comunità valenzana 809.267 13 Valladolid Castiglia e León 315.522
4 Siviglia Andalusia 704.198 14 Vigo Galizia 297.124
5 Saragozza Aragona 675.121 15 Gijón Asturie 276.854
6 Málaga Andalusia 573.969 16 La Coruña Galizia 244.162
7 Murcia Murcia 448.700 17 Hospitalet de Llobregat Catalogna 241.750
8 Palma di Maiorca Isole Baleari 404.681 18 Santa Cruz de Tenerife Isole Canarie 240.266
9 Las Palmas de Gran Canaria Isole Canarie 383.308 19 Granada Andalusia 235.692
10 Bilbao Paesi Baschi 353.187 20 Vitoria Paesi Baschi 239.154
Statistiche del 2010[39]

Principali aree metropolitane

 

Pos.        Comune               Regione Prov. Abitanti
1 Madrid Madrid Madrid 5.883.521
2 Barcellona Catalogna Barcellona 3.150.380
3 Valencia Comunità valenzana Valencia 2.463.592
4 Siviglia Andalusia Siviglia 1.438.451
5 Málaga Andalusia Málaga 965.371
6 Bilbao Paesi Baschi Bilbao 949.939
7 Oviedo-Gijón Asturie Asturie 857.495
8 Alicante-Elche Comunità valenzana Alicante 725.395
9 Saragozza Aragona Saragozza 688.343
10 Vigo Galizia Pontevedra 659.632

Istituzioni

Ordinamento scolastico

Il sistema educativo in Spagna è principalmente pubblico e si articola in diverse fasce. Sono obbligatori gli insegnamenti nelle scuole elementari e nelle scuole medie, mentre sono facoltativi gli insegnamenti infantili (gli asilo nido e le scuole materne) e gli insegnamenti secondari non obbligatori, come la scuola superiore e la formazione professionale. Inoltre la Spagna possiede un importante sistema universitario.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2018 Centro Studi Mediterraneo